Gong Fu Traditional Institute
Gong Fu Traditional Institute

kung fu: "Tecnica"

- TECNICA - Dal punto di vista tecnico il Kung Fu rappresenta l'Arte Marziale Cinese.

Essa si divide in "stili" o "metodi" o "quan", insiemi di tecniche a mani nude e con armi basate su principi comuni di utilizzo del corpo, distanza e strategia di combattimento che si sono sviluppate in una certa regione topografica della Cina e/o che venivano studiate e tramandate all'interno di una famiglia o clan.

Questi stili a loro volta vengono raggruppati per comodità di classificazione secondo diversi metodi. Secondo la posizione geografica esistono Stili del Sud, che per i luoghi in cui si sono sviluppati sono basati in generale su posizioni solide e che utilizzano in particolar modo tecniche degli arti superiori e Stili del Nord, con tecniche più ampie e armoniose e con un utilizzo maggiore dell'uso degli arti inferiori. Secondo le qualità sviluppate ed il tipo di addestramento e delle tecniche si possono dividere gli Stili Duri, con tecniche rapide e forti, dagli Stili Morbidi, che prediligono allenamenti basati sulla morbidezza e l'elasticità del corpo.

La divisione più importante però prevede la divisione di tutti questi stili in due grandi branche:

Stili Esterni

partono da un duro addestramento fisico e dallo studio delle caratteristiche "esterne" (forza, velocità, rapidità, etc.) per passare in un secondo momento ad uno studio più interno finalizzato a migliorare e potenziare ulteriormente la propria tecnica.

I principali Stili Esterni praticati nella nostra Scuola sono:

 

Stili Interni

partono dallo studio delle caratteristiche "interne" (rilassamento, concentrazione, respiro, etc.) armonizzando la mente con il corpo e lavorando sulla propria energia interna per imparare successivamente a dirigerla all'esterno contro l'aggressore.

I principali Stili Interni praticati nella nostra Scuola sono:

Ogni Stile di Kung Fu Tradizionale viene studiato e tramandato di generazione in generazione attraverso le sette vie della pratica:

Immagine Ideogrammi Etica Marziale Codice del GuerrieroETICA: è la parte più importante del Kung Fu Tradizionale e dell'Arte Marziale in generale. Il codice del Guerriero (Mo Dak) prevede una serie di concetti, pensieri e regole che cercano di rendere il praticante un individuo riflessivo e con un profondo rispetto per la vita. In questo modo egli utilizza la forza e le abilità acquisite sempre e solo per scopi positivi.

Immagine TaoTeoria: il Kung Fu prevede lo studio della cultura nella quale è nata quest'arte. Le conoscenze del corpo umano e delle tecniche di allenamento, di alimentazione, della meccanica del movimento, della strategia di combattimento, dei principi tecnici e dell'atteggiamento mentale vengono trasmesse da maestro ad allievo insieme all'addestramento tecnico.

Immagine Preparazione Fisica e Tecniche Complementari PREPARAZIONE FISICA E TECNICHE COMPLEMENTARI: la prima parte della pratica prevede l’allenamento delle capacità condizionali di base (forza, rapidità e resistenza) e delle abilità coordinative. Il praticante migliora la sua forma fisica e le capacità mentali necessarie per affrontare la tecnica. Le tecniche di condizionamento insegnano al praticante ad assorbire i colpi e rafforzano le parti del corpo che serviranno nel combattimento per effettuare bloccaggi e attacchi trasformandole in vere e proprie armi.

Immagine Addestramento nelle TecnicheTECNICHE: il Kung Fu Tradizionale prevede una svariata quantità di tecniche di combattimento. Ogni parte del corpo (mano, gomito, spalla, piede, ginocchio, etc.) allenata nel giusto modo può diventare un’arma efficace. In questa disciplina si studiano tecniche di percussione, leve articolari, proiezioni, pressione dei punti vitali e dolorosi, etc. La singola tecnica viene appresa prima come movimento a vuoto in modo che il praticante, sotto la guida di un attento insegnante, possa carpirne le caratteristiche specifiche e poi ne viene studiata l'applicazione in combattimento.

Immagine Addestramento nelle FormeFORME: le singole tecniche costituiscono i movimenti con cui si articolano le sequenze o "Forme" del Kung Fu. Queste, eseguite individualmente o a coppia, a mani nude o con armi, permettono al praticante di sviluppare rapidità, potenza, fluidità, elasticità, armonia, capacità cardiovascolari ed una precisa strategia di combattimento. Questo tipo di addestramento si chiama "boxe delle ombre" perchè il praticante simula un combattimento contro uno o più avversari. A questo livello non si allena solo il corpo ma anche la mente.

Immagine Addestramento nelle ApplicazioniAPPLICAZIONI: ogni tecnica di Kung Fu Tradizionale nasconde un'applicazione marziale (applicazione del movimento nel combattimento reale e nella difesa personale) e lo studio di queste permetterà al praticante di sviluppare un'elevata capacità di autodifesa. L’addestramento delle applicazioni prevede l’allenamento con colpitori e lo studio del combattimento contro uno o più avversari.

Immagine Addestramento nelle ArmiARMI: ogni Stile considera fondamentale l'apprendimento di sequenze con armi che danno al praticante una maggiore consapevolezza del proprio corpo e del rapporto fra esso e lo spazio. L’allenamento con le armi insegna a difendersi sia con quelle studiate tradizionalmente sia con "armi di fortuna" reperite nel contesto di una situazione inaspettata grazie alla versatilità sviluppata durante lo studio di quelle tradizionali. Questo tipo di combattimento viene approfondito come quello a mani nude. L'addestramento prevede lo studio delle seguenti armi: bastone (corto, medio, lungo, snodato a 2 e 3 sezioni, ecc.), sciabola, spada, coltelli (gemelli, farfalla, ecc.), ventaglio, lancia, catena, tridente, alabarda, ecc.

>>> Stili Esterni

>>> Stili Interni


Terms and Conditions